Revisione del modello e del layout logistico in FAST

Ottimizzazione del flusso logistico e re-design del layout produttivo. Sono questi i due obiettivi che hanno caratterizzato negli ultimi tre anni l’impegno di FAST, e che hanno portato all’ottenimento di un modello logistico ad alta efficienza e studiato ad hoc per soddisfare le esigenze specifiche del modello di business dell’azienda.

FAST è un’importante realtà produttiva situata nel padovano, specializzata nella produzione di soluzioni innovative per il trattamento dell’aria.

L’obiettivo prefissato dal management aziendale rappresentava una sfida che necessitava un impegno importante, dal momento che questo cambiamento avrebbe dovuto coesistere con il normale andamento delle attività.

Proprio per questo motivi, la consulenza di KValue ha avuto come obiettivo la realizzazione di un modello logistico che supportasse le diverse tipologie di business presenti in azienda:

  • la produzione ripetitiva attraverso il montaggio di macchine di serie
  • l’assemblaggio di macchinari su specifica commessa del cliente
  • le lavorazioni meccaniche necessarie alla produzione dei componenti

Tale modello doveva integrarsi negli spazi attuali e garantire un aumento di efficienza del sistema globale, un aumento di sicurezza delle aree produttive e un aumento della percentuale di riempimento dei magazzini.

La revisione del modello logistico e di definizione della soluzione ha previsto le seguenti attività:

  • Analisi e mappatura modello AS ISe
  • Analisi dell’inefficienza logistica attraverso la metodologia “spaghetti chart”
  • Definizione degli interventi di miglioramento da prevedere nel medio termine
  • Analisi e studio per la realizzazione del nuovo modello informatico a supporto delle attività operative
  • Definizione e schedulazione di massima degli interventi di miglioramento
  • Supporto al Change Managment del personale operativo.

valutazione dei risultati
Valutazione dei risultati attesi attraverso la definizione ed osservazione di alcuni indici di performance, come la relazione tra ore dedicate alla logistica rispetto alle ore produttive versate.

incidenza

A partire dallo stato dell’arte:
reparti
è stato ridisegnato il layout con l’ottica di minimizzare gli sprechi, aumentare l’efficienza e implementare un sistema sicuro per gli operatori senza carrelli elevatori in movimento nei pressi delle isole di montaggio.

re-layout

Per fare ciò il team di KValue, assieme al team di progetto interno di FAST, ha dovuto considerare e valutare le principali variabili del modello:

  • Dimensioni
  • Spazi
  • Ubicazione dei magazzini
  • Unità di stoccaggio dedicate dei magazzini

Le specifiche attività che hanno interessato questa seconda parte di progetto, e le quali hanno permesso di arrivare alla definizione del layout TO BE sono state in primis il censimento delle unità di carico presenti nei magazzini di FAST.
censimento

Si è poi proceduto con un’operazione di incremento dell’efficienza di occupazione delle aree di magazzino con il ricalcolo degli spazi; sulla base degli spazi emersi come necessari si è proceduto alla ridefinizione degli spazi di magazzino e alla creazione delle aree.
area esterna

Accanto a ciò sono state introdotte alcune metodologie innovative relative alla gestione standardizzata delle unità di carico, all’introduzione della gestione a kit e alla creazione di aree supermarket per favorire l’asservimento alla produzione.
asservimento produzione

Infine, sono state introdotte ulteriori innovazioni, che hanno permesso il raggiungimento dei risultati attesi, ossia:

  • Introduzione dei magazzini di linea
  • Introduzione aree di stock.

Al fine di poter rendere operativo il nuovo layout logistico, è stato necessario rivedere ed adattare tutti i processi ad esso associati: prelievi, trasferimenti, creazione delle unità di trasferimento.

Accanto ad essi, per poter validare il dimensionamento effettuato è stata condotta un’analisi sugli indici di rotazione dei lotti gestiti, delle scorte e delle giacenze.

Il Direttore di Stabilimento, l'Ing. Alberto Meneghelli, evidenzia così l’entità del lavoro svolto: "” Un progetto ambizioso, molto complesso, partito nel 2017 ed affrontato con metodo, analisi e concretezza. Dopo 3 anni di impegno e duro lavoro, arrivano i primi risultati tangibili. Una profonda rivoluzione nell’organizzazione aziendale che apre la strada verso un continuo miglioramento che non si fermerà più."